Chi Siamo

LA STORIA

Da quarant’anni prende per mano i motociclisti per farli viaggiare sicuri. In particolare, la saga di Spidi inizia nel 1977 a Montebello, nei pressi di Vicenza, per iniziativa del fondatore, Renato Dalla Grana, che avvia la produzione di guanti tecnici da moto adottando la stessa cura artigianale riservata fino ad allora alla pelletteria di lusso. Il risultato? Più che un mero accessorio, una seconda pelle in grado di proteggere naturalmente e, soprattutto, impercettibilmente chi la indossa. Senza alcun compromesso, dunque, in termini di comfort e di sensibilità. La stessa filosofia adottata nel 1989, quando l’offerta di Spidi si amplia fino a ricomprendere tutto quel che serve a vestire un autentico biker interessato guidare la propria motocicletta. In pista o su un tornante. In città o in montagna. Senza alcun compromesso in termini di libertà. E, soprattutto, di sicurezza.

IL GUANTO

Identificato storicamente come mero accessorio protettivo, il guanto da moto diventa con Spidi un catalizzatore di sensazioni e di emozioni in grado di esaltare la precisione dei movimenti e dei comandi di chi lo indossa. Fattori decisivi per chi voglia guidare il proprio mezzo al limite senza perderne mai il controllo ovvero per chi ami assaporare il piacere unico di correre sulla propria moto senza, per questo, risultare incosciente o pericoloso. Per sé e soprattutto per gli altri.

LA VELOCITA’

C’è l’ha cucita addosso o, meglio, sulla pelle. Di ogni sua creazione. Più che una semplice ragione sociale o un mera denominazione d’origine, il marchio Spidi suona, infatti, come un vero e proprio inno alla velocità tout court ovvero al dinamismo, al progresso e alla modernità. Principi guida per chi ami guardare avanti. E vivere la propria vita da protagonista.

LA COMPETIZIONE

La vittoria non arride a chi corre più veloce ma a chi continua a correre. E da quando è entrata nel mondo delle gare, Spidi non ha più smesso di correre. Per misurarsi con la concorrenza internazionale più agguerrita ma, soprattutto, per attingere informazioni e dati indispensabili a migliorarsi e superarsi. Di prodotto in prodotto. Di gara in gara. Di vittoria in vittoria.

LA RICERCA

La pista, da una parte, e il laboratorio interno, dall’altra, con gli istituti di ricerca universitari internazionali a fare da vera e propria antenna tecnologica in grado di anticipare il futuro promuovendo il progresso di Spidi a tutto tondo. Questo il volano insostituibile che ha prodotto negli anni rivoluzionari paraschiena, inedite protezioni oltre ai nuovi airbag da indossare.

LA SICUREZZA

E’ una condizione ideale umana strettamente correlata alla consapevolezza del rischio e alla prevenzione dello stesso che si traduce in una migliore qualità della vita, in generale, e della guida, in particolare.

LA PROTEZIONE

Impercettibili fino al momento in cui risultino inevitabili. Per Spidi le difese devono attivarsi solo nel momento del bisogno. Veri e propri angeli custodi, i sistemi e gli accorgimenti protettivi sviluppati da parte di Spidi accompagnano così chi li adotta passo a passo, chilometro dopo chilometro, manifestandosi esclusivamente all’occorrenza. Senza risultare mai penalizzanti né ingombranti.

IL JEANS

Simbolo di libertà e, al tempo stesso, icona di stile, il jeans continua a costituire il capo indispensabile e insostituibile nel guardaroba di chiunque ovvero senza discriminazione alcuna in termini di sesso, età, cultura, disponibilità economica, professione e, al limite, occasione d’uso. Declinato in mille e più varianti ed interpretato da mille e più marchi, riesce sempre e comunque a restare fedele a una foggia inconfondibile ancorché semplice e rassicurante. Proprio in virtù della sua grande trasversalità a livello di pubblico e della sua evidente versatilità in termini di contestualizzazione, il jeans rappresenta per Spidi il capo ideale da rivisitare in chiave protettiva.

LA COLLEZIONE

SPIDIDENIM comprende quattro modelli, tre dei quali maschili e uno da donna, caratterizzati da altrettanti contenuti tecnici, fit, codici colore e denominazioni. In particolare, se il Free Rider etichetta blu grazie agli evidenziatori retroriflettenti consente di segnalare la presenza di chi lo indossa con un tocco techno in più, il Qualifier etichetta gialla vanta un trattamento waterproof ideale per fare sport sulla neve mentre il Racer etichetta rossa adotta una costruzione interna così sofisticata da risultare compatibile anche con gli incontri ravvicinati con l’asfalto. Discorso a parte per Lady Racer etichetta bianca caratterizzato da lavaggio esclusivo e finissaggio high tech.

IL COLORE

Il blu del modello Free Rider simboleggia l’armonia e la quiete del mare calmo e del cielo sereno; il giallo del Qualifier evoca, a sua volta, il dinamismo e spinge al movimento; il rosso del Racer rimanda al calore e alla competizione; il bianco del Lady Racer richiama, infine, la semplicità e l’essenzialità.

IL DETTAGLIO

Dalle salpe colorate realizzate con lo stesso pellame impiegato per confezionare le tute dei piloti alla tira-lampo oversize funzionale all’apertura semplificata della zip fino all’interno tasca foderata con la medesima rete traspirante adottata per gli interni dei giubbotti da moto, ogni dettaglio di un jeans SPIDIDENIM è studiato per ricordare a chi lo indossa tutta la tecnologia di cui è depositario.

IL FIT

La vestibilità di un jeans SPIDIDENIM è studiata per calzare come una seconda pelle o, meglio, come un guanto. Con in più un sistema di protezione passiva pronto a farsi sentire ogniqualvolta venga sollecitato. La perfetta vestibilità diventa così la migliore premessa a coordinare i propri movimenti e a controllare le proprie emozioni. Senza sbavature.

LA MISSION

Superare i limiti intrinseci di un jeans tradizionale al fine di esaltarne lo spirito libero e anticonformista offrendo a chi sceglie di indossarlo la possibilità di vivere la propria vita senza compromessi e senza rinunce. Con in più la certezza di poter contare sull’esperienza e la professionalità di chi compete sulle piste di tutto il mondo al fianco dei migliori piloti.